LogoMBAC
 
Servizio a cura della Direzione Generale
per l'organizzazione, gli affari generali,
l'innovazione, il bilancio ed il personale
Servizi
Emblema della Repubblica Italiana

 
I collegamenti presenti in questa pagina permettono di accedere alle applicazioni APE Utenti, APE Cargo, APE Amministratori e Posta Web.
Di seguito sono riportate le notizie di maggior rilievo che riguardano i servizi di posta elettronica.
 
Le notizie più recenti
7 giugno 2017 - Trasferimento delle caselle da sistemi Microsoft Exchange Server 2007 a sistemi Microsoft Exchange Server 2013
Prossimamente la gestione delle utenze di posta elettronica sarà trasferita da sistemi Microsoft Exchange Server 2007 a sistemi Microsoft Exchange Server 2013.
Questo trasferimento non può essere rinviato perché è stata superata la data oltre la quale il produttore del software dichiara concluso il ciclo di vita dell'applicazione server: durerà nel complesso diverse settimane dal momento che le utenze andranno spostate ufficio per ufficio in gruppi limitati e comunque in sé comporta solo una brevissima interruzione di servizio nella fase finale di passaggio per ogni singola casella. Prima di iniziare il trasferimento di ogni singolo ufficio ne sarà data notizia alla casella di istituto e a tutti gli amministratori locali.
La differenza più rilevante che sperimenteranno i fruitori delle utenze trasferite sarà il profondo cambiamento dell'interfaccia di Posta Web (https://email.beniculturali.it/owa/). Quella di Exchange 2013 è un'interfaccia che è stata sviluppata e ottimizzata per la fruizione con dispositivi "touch" e, anche per questo motivo, non è presente la ricchezza di dettagli e la varietà di colori che caratterizzavano l'interfaccia precedente. Chi invece accede ai servizi tramite un client di posta elettronica eseguito da un computer (Office Outlook, Mozilla Thunderbird, Apple Mail, ecc.) o per mezzo di un'applicazione per sistema operativo Android o Apple iOS non dovrebbe sperimentare nessuna variazione significativa nell'accesso e nella fruizione delle funzionalità.
Il trasferimento delle utenze è stato dapprima testato con caselle di prova e, successivamente, sono state trasferite alcune centinaia di utenze. Ciò ha permesso di raggiungere la piena fiducia che il passaggio delle utenze ai nuovi sistemi non presenta vizi o incognite. Nonostante ciò si sono verificati alcuni casi di mancata riconnessione automatica dei client di posta elettronica ai nuovi sistemi. Tutti questi casi sono stati risolti eseguendo nuovamente la configurazione del account nell'applicazione per la posta elettronica. A questo proposito ricordiamo che il nome del server da inserire è email.beniculturali.it

12 aprile 2017 - Blocco dell'invio di posta da server esterni
Si informa che, per motivi di sicurezza, da mercoledì 19 aprile 2017 non sarà più possibile inviare posta con mittente appartenente al dominio di posta "@beniculturali.it" da server di posta esterni (Telecom, Fastweb, Tiscali, ...), ma solo dai server di posta del Ministero (come sempre, previa autenticazione).
Nel caso stiate utilizzando una configurazione POP/SMTP o IMAP/SMTP e aveste scelto di usare il server SMTP del vostro provider, dovrete riconfigurare il vostro client di posta per usare invece il server SMTP del Ministero. Si riportano di seguito le indicazioni:
indirizzo del server SMTP: email.beniculturali.it - Porta: 25 - Protocollo: TLS .
Si ricorda che eventuali problemi vanno segnalati a postaelettronica@beniculturali.it e si ringrazia per la collaborazione

11 gennaio 2017 - Aggiornamento del sistema di posta
Si informa che nelle prime ore della mattina del 12/01/2017 e comunque entro le 9:00, il software del sistema di posta elettronica verrà aggiornato. Di conseguenza, prima del termine delle operazioni, potrebbero verificarsi delle interruzioni nel servizio. Si segnala inoltre che verrà modificata la maschera di accesso alla posta web.
Si ringrazia per la collaborazione.

30 giugno 2014 - Posta elettronica certificata (PEC)
A partire da lunedì 23/06/2014 il servizio di posta certificata del MiBACT viene fornito da Telecom Italia SpA nell’ambito della convenzione Consip Servizi di posta elettronica e posta elettronica certificata (servizi di messaggistica) - Contratto quadro ai sensi dell’art. 1, comma 192, Legge n. 311/2004. Per l’assistenza leggere il documento AssistenzaPEC.pdf; è sempre possibile scrivere a postaelettronica@beniculturali.it: in alcuni casi (richiesta nuove caselle, cancellazione, sblocco password) è necessario. Si ricorda che tutta la manualistica è reperibile sul sito https://www.telecompost.it/manuali e che l’accesso via web è raggiungibile al link https://www.telecompost.it/webmail. Si ricorda infine che le caselle di posta certificata del MiBACT non sono abilitate a ricevere posta da caselle di posta ordinaria, ma solo da altre caselle di posta certificata.

24 ottobre 2013 - Installazione certificati digitali e aumento capacità di memoria delle caselle
Tutti i servizi di posta dispongono ora di un certificato digitale valido garantito da una terza parte. Le operazioni di configurazione e accesso alla posta ne risultano semplificate e tutta la relativa documentazione tecnica è stata aggiornata.
La capacità di memoria delle caselle personali, inoltre, è stata portata a 2GB.

10 giugno 2013 - Aumento dimensione massima delle e-mail
A partire da oggi la dimensione massima delle e-mail, comprensiva degli allegati, inviate con utenze personali o di Ufficio è stata portata a 15MB.

11 aprile 2013 - Apertura di un nuovo servizio: APE Cargo
A partire da oggi è disponibile APE Cargo, servizio che consente la trasmissione e la ricezione di file di grandi dimensioni sia tra i possessori di una casella personale del dominio beniculturali.it che, su invito, con persone esterne al dominio. Il servizio, avviato sperimentalmente da tempo, va usato per fini di ufficio, come quello per la posta elettronica, e nel pieno rispetto della normativa, in particolare del diritto di autore: lo scambio dei files potrà essere monitorato, con sospensione dal servizio in caso di abuso e trasmissione degli atti all’Ufficio competente.